Un’impresa legalmente stabilita in uno Stato dell’Unione europea può prestare i propri servizi in Italia in modalità temporanea e occasionale senza alcuna restrizione, sulla base dei requisiti prescritti dal Paese di stabilimento e senza bisogno di iscrizione al registro delle imprese, ovvero senza alcun obbligo di costituire una sede secondaria.

Adempimenti specifici sono previsti in caso di servizi che richiedono il possesso di una qualifica professionale.