-    Nuova impresa o apertura di una sede secondaria (“filiale”)

In Italia la costituzione di una nuova impresa richiede l’iscrizione al Registro delle Imprese gestito dalle Camere di commercio.
L’iscrizione è effettuata tramite ComUnica, una procedura che consente di adempiere a tutti gli obblighi informativi nei confronti delle autorità competenti con un'unica dichiarazione trasmessa in modalità telematica, valida ai fini fiscali, assicurativi e previdenziali. Attraverso ComUnica l’impresa riceve il numero di partita IVA e adempie agli obblighi di registrazione presso INAIL e INPS ai fini assicurativi e previdenziali.

-    Unità locale

Se l’attività svolta in Italia non ha carattere sostanziale, ma solo preparatorio dello sviluppo commerciale (promozione, pubblicità e altri atti non commerciali) e non sono compiute in Italia operazioni rilevanti ai fini IVA, l’impresa che ha sede in un altro Stato membro dell’Unione europea non sarà soggetta a tassazione nel territorio italiano.
L’unità locale deve essere registrata nel Repertorio economico e amministrativo (REA) presso la Camera di Commercio territorialmente competente.