Per il SUAP, in base al Regolamento di attuazione dell'art.38 DL 112/2008, costituisce requisito fondamentale di natura tecnico-operativa, per operare in conformità alle previsioni della stessa norma di semplificazione, la capacità di avviare, gestire e concludere i procedimenti per via informatica e telematica.

Per saperne di più »

Disponibile la guida on line alla procedura di attestazione telematica dei requisiti SUAP
Consulta la guida operativa »

Le modalità di attuazione

I Comuni e il nuovo regolamento: tempi e modalità di attuazione

Il Regolamento individua tempi e modalità per l'adeguamento da parte dei Comuni alle nuove disposizioni normative. Definisce inoltre il ruolo delle Camere di Commercio e del portale telematico www.mpresainungiono.gov.it, secondo le modalità  dell'Allegato Tecnico al Regolamento stesso.


a cura di ANCI

L'articolo 4 del Regolamento individua tempi e modalità per l'adeguamento da parte dei Comuni alle nuove disposizioni normative, di seguito riportate:

  • l'ufficio competente per il SUAP ed il relativo responsabile sono individuati secondo le forme previste dagli ordinamenti interni dei singoli Comuni o dagli accordi sottoscritti in caso di associazione. Nelle more dell'individuazione del responsabile il ruolo è ricoperto dal segretario comunale (art. 4 comma 4).
  • i Comuni possono esercitare le funzioni inerenti al SUAP in forma singola o associata tra loro, o in convenzione con le Camere di Commercio (art. 4 comma 5).
  • salva diversa disposizione e ferma restando l'unicità del canale di comunicazione telematico con le imprese da parte del SUAP, sono attribuiteal SUAP le competenze dello sportello unico per l'edilizia produttiva (art. 4 comma 6).
  • le domande, le dichiarazioni, le segnalazioni, gli atti ed i relativi allegati sono predisposti in formato elettronico e trasmessi secondo quanto disposto dall' allegato tecnico al Regolamento (art. 2 comma 2).
  • entro 120 giorni dalla data di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del presente regolamento i Comuni attestano, secondo le modalità reviste dall'art. 4 comma 2 dell'allegato tecnico al Regolamento di cui all'art. 12 comma 5, la sussistenza in capo ai SUAP del proprio territorio dei requisiti di cui all'art. 38, comma 3, lett. a (Suap quale unico punto di accesso) e lett. a-bis (collegamento con il Registro delle Imprese) del Decreto Legge 112 e dell'art. 2 comma 2 del Regolamento (trasmissione telematica delle "pratiche"), al Ministero dello Sviluppo Economico che cura la pubblicazione dell'elenco dei Suap sul Portale (art. 4 comma 10). Per i dettagli su tali requisiti tecnici minimi si veda la sezione accreditamento SUAP su impresainungiorno.gov.it.
  • l'elenco potrà essere successivamente integrato su richiesta dei Comuni i cui SUAP abbiano nelle more acquisito i requisiti di cui all'art. 38 comma 3, lett. a) e a-bis) del Decreto Legge 112 e dell'art. 2 comma 2 del Regolamento (art. 4 comma 10).
  • nel caso in cui, decorsi 120 giorni dall'entrata in vigore del Regolamento, il Comune non abbia istituito il SUAP o questo non sia in possesso dei requisiti di cui sopra, l'esercizio delle relative funzioni è delegato, ferme restando in capo al Comune le competenze sostanziali, anche in assenza di provvedimenti es ressi alla Camera di Commercio competente (art. 4 comma 11) con le modalità previste dall'allegato tecnico al Regolamento, che attraverso il Portale provvederà alla gestione telematica dei procedimenti, comprese le fasi di ricezione delle domande, divulgazione delle informazioni, l'attivazione degli adempimenti, il rilascio di ricevute all'interessato ed il pagamento dei diritti e delle imposte (art. 4 comma 12).