Per il SUAP, in base al Regolamento di attuazione dell'art.38 DL 112/2008, costituisce requisito fondamentale di natura tecnico-operativa, per operare in conformità alle previsioni della stessa norma di semplificazione, la capacità di avviare, gestire e concludere i procedimenti per via informatica e telematica.

Per saperne di più »

Disponibile la guida on line alla procedura di attestazione telematica dei requisiti SUAP
Consulta la guida operativa »

Per supporto operativo e assistenza PA:

contatta lo 06 64 892 892

assistenza.pa@impresainungiorno.gov.it

SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA' PRODUTTIVE
Schema di documento

Lo schema di documento è stato preparato a cura dell'ANCI e concordato con Unioncamere per esplicitare analiticamente le fasi di ricezione e gestione delle Segnalazioni certificate di inizio attività nel caso il Comune abbia delegato tali funzioni alla Camera di Commercio competente sul territorio


a cura di ANCI e UNIONCAMERE

2. Suddivisione attività fra Comune e Camera di commercio in caso di delega

Il DPR 160/2010 prevede che le funzioni del SUAP siano delegate alla Camera di commercio (nelle tabelle indicata come "CCIAA"), qualora il Comune sia sprovvisto dei requisiti richiesti dalle norme. In tal caso la CCIAA, attraverso il portale "impresainungiorno", dovrà assicurare rapporti completamente telematici con tutti i soggetti coinvolti nel procedimento. La CCIAA, inoltre, dovrà interloquire sia con il Responsabile del SUAP individuato dal Comune[2] (nelle tabelle il Responsabile del SUAP viene indicato come "Comune") che con gli altri uffici comunali e le altre amministrazioni che hanno competenze nei singoli sub-procedimenti (nelle tabelle indicate per semplicità come un unico soggetto: "PPAA").

Di seguito vengono elencati gli adempimenti previsti dal DPR 160/2010 e la loro attribuzione al Responsabile SUAP del Comune o alla CCIAA.

 



[2]
 nelle more dell'individuazione il ruolo di responsabile del SUAP e' ricoperto dal Segretario comunale