Convenzione Quadro

Per la riforma dello Sportello Unico è indispensabile un considerevole sforzo organizzativo e strutturale da parte dei comuni e delle camere di commercio. La Convenzione è stata sottoscritta da Unioncamere ed ANCI proprio per regolare le azioni ed i contributi a carico del sistema dei comuni e delle camere di commercio sia per quanto attiene la realizzazione del Portale "impresainungiorno" che per gli aspetti organizzativi e di responsabilità funzionale.


CONVENZIONE QUADRO

TRA

l'Unione Italiana delle Camere di Commercio, di seguito indicata anche "Unioncamere", con sede in Roma, Piazza Sallustio 21, codice fiscale 01484460587 – in persona del Presidente Ferruccio Dardanello

E

l'Associazione Nazionale Comuni Italiani, di seguito indicato anche "ANCI" - con sede in Roma, via dei Prefetti 46, codice fiscale 80118510587 - in persona del Presidente Sergio Chiamparino;

VISTI

  • l'articolo 38 cmmi 3 e 4, del decreto legge n. 112, convertito con modificazioni dalla legge 6 agosto 2008, n. 133 (di seguito art. 38);
  • il Regolamento per la semplificazione ed il riordino della disciplina sullo Sportello unico per le attività produttive (di seguito chiamato Suap) ai sensi dell'articolo 38, di cui al Decreto del Presidente della Repubblica del 7 settembre 2010, n. 160, nonché il relativo allegato recante le specifiche tecniche;
  • il Decreto legislativo 26 marzo 2010, n. 69 per l'attuazione della direttiva servizi del 12 dicembre 2006 del Parlamento Europeo e del Consiglio, relativa ai servizi nel mercato interno (di seguito Direttiva servizi);
  • l'art. 10 del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, "Codice dell'Amministrazione Digitale";
  • l'art.9 del Decreto-legge 31 gennaio/2007 n. 7, convertito con legge 2 aprile 2007, n.40 del 2007.

 

CONSIDERATO

  • che il Sistema Camerale, rappresentato in questa sede da Unioncamere, è responsabile della tenuta del Registro delle Imprese, che gestisce e rende accessibile attraverso le tecnologie dell'informazione e della comunicazione;
  • che la nascita di una nuova impresa, le relative modifiche e la sua cessazione avvengono esclusivamente per via telematica grazie al sistema ComUnica (Comunicazione unica);
  • che Unioncamere ha realizzato e gestisce il portale nazionale Impresa.gov, che:
    1. offre un'interfaccia unica per le imprese per svolgere una serie di adempimenti connessi alla loro attività lavorativa e produttiva;
    2. gestisce alcuni servizi per le amministrazioni centrali dello Stato e altri potranno essere aggiunti in seguito su loro richiesta, senza che questo implichi il coinvolgimento dei SUAP.
    3. costituisce le premesse per la realizzazione del punto di accesso unico ai servizi della PA per le imprese, voluto dalla Direttiva Servizi;
  • che l'ANCI, in quanto organo di rappresentanza istituzionale dei comuni italiani, dispone delle competenze e del necessario accreditamento per contribuire alla ridefinizione dei processi interni ai Suap e alle altre strutture comunali, nonché per fornire assistenza ai responsabili comunali addetti ai procedimenti Suap;
  • che l'ANCI, attraverso le proprie strutture strumentali, è soggetto gestore di infrastrutture istituzionali di interscambio dati tra i comuni e le pubbliche amministrazioni centrali, compreso il sistema INA-SAIA;